Il termine co-marketing, dall’abbreviazione della definizione inglese cooperative marketing (in italiano marketing cooperativo o collaborativo), definisce una collaborazione tra due parti, che si impegnano a sottoscrivere un accordo al fine di ottenere dei benefici comuni.
Il co-marketing tra farmacie e produttori è uno strumento di valore che può portare immensi benefici alle farmacie. Infatti, solo quelle che sapranno sfruttare al meglio i mezzi di comunicazione riusciranno a stimolare la curiosità della clientela nei confronti delle attività proposte; in tal modo si riscuoteranno successi sia con il partner con cui si è stipulato l’accordo, sia con i propri clienti.
Ma come ottimizzare la propria comunicazione?


Cos’è il co-marketing?


Prima di approfondire Pharmagrafica, uno strumento di Backoffice per la comunicazione grafica dedicata alle farmacie, occorre spendere qualche parola sul cosa rappresenti davvero il co-marketing tra farmacie e produttori.
Il co-marketing è uno dei tanti tipi di partnership che possono essere stabilite tra aziende. La differenza tra il co-marketing e una partnership è ancora oggetto di discussione; in alcuni casi, il primo viene considerato diverso dalla seconda per motivi legati alla durata dello stesso, in altri si dice che il co-marketing riguarda essenzialmente la condivisione di poche risorse. Si può però asserire che il co-marketing è una partnership di marketing, che riguarda azioni relative agli argomenti di marketing mix e che può avere durata differente.
Volendo comunque provare a dare una definizione del concetto, il co-marketing consiste nella collaborazione tra diverse società che mettono insieme, per un periodo limitato, alcuni strumenti per raggiungere più facilmente e velocemente un obiettivo condiviso. Ciò permette dunque di risparmiare risorse e ampliare il proprio bacino di utenza.
Nel caso specifico della collaborazione tra farmacia e produttore, quest’ultimo ha l’occasione di entrare in contatto con nuovi clienti. Fondamentale resta trovare il giusto partner: è questa la fase cruciale che determinerà la buona riuscita o meno di una operazione simile. Solo il giusto partner infatti sarà in grado di valorizzare la partnership e di ottimizzare al massimo il rientro economico della stessa.


I vantaggi del co-marketing tra farmacia e produttori


Il co-marketing ha valore solo se i vantaggi sono per entrambe le parti. Per tale ragione, nel momento in cui si pianifica l’accordo, non bisogna soffermarsi solo ed esclusivamente sul proprio tornaconto. Anzi, occorre prestare la giusta attenzione anche agli obiettivi del partner, perché la collaborazione potrà essere considerata positiva solo se gli obiettivi di entrambe le parti sono stati raggiunti.
Una volta chiarito ciò, è possibile rendersi conto degli innumerevoli vantaggi che la partnership può comportare. Tra questi:
• il co-marketing permette di economizzare, unendo budget e risorse umane, riducendo anche i rischi;
• permette inoltre di avere accesso a una platea più ampia e a segmenti di mercato inesplorati.
Il valore aggiunto risiede poi nel fatto che i consumatori, più attenti e più esperti di un tempo, apprezzano tali iniziative.
In farmacia, le iniziative di co-marketing sono anche un banco di prova per i produttori. Infatti, la farmacia rappresenta per il produttore non solo un canale di vendita (e in certi casi anche l’unico autorizzato a rivendere determinati prodotti) ma anche e soprattutto una vetrina verso il consumatore finale. Per tale ragione, il produttore ha interessi nell’investire in attività in-store, al fine di permettere una buona distribuzione dei prodotti.
La farmacia, dal suo punto di vista, beneficia delle attività di co-marketing. Se i prodotti sono ben sponsorizzati e proposti con iniziative di valore, questa vedrà certamente aumentare l’afflusso della clientela, a patto che la comunicazione sia chiara ed efficace; inoltre, qualora i prodotti fossero ben accolti, anche lo scontrino medio registrerà un incremento.


Le attività di co-marketing: Pharmagrafica è la chiave per il successo


Diverse sono le attività di co-marketing che possono essere messe in atto in-store. Tra queste figurano:
• attività di promozione;
• dimostrazioni in sede del prodotto;
• distribuzione di campioni omaggio;
• giornate in cui è presente un esperto che possa mostrare il prodotto e chiarire eventuali dubbi dei consumatori.
Per garantire la buona riuscita delle iniziative, occorre che queste siano sponsorizzate in maniera chiara ed efficace.
L’aspetto grafico di volantini e locandine, la veste grafica di eventuali post sui social o in condivisione email o su gruppi Telegram e Whatsapp con i clienti fidelizzati giocano un ruolo fondamentale per il successo. La farmacia capace di gestire in maniera ottimale la comunicazione diventa inoltre strategica per il produttore, che potrebbe decidere di continuare con le attività di co-marketing anche dopo la fine del contratto.
Per tale ragione, è importante affidarsi a degli esperti in materia di comunicazione come Backoffice che con il suo programma di grafica Pharmagrafica ha rivoluzionato il modo di comunicare di farmacie e parafarmacie.
Pharmagrafica è infatti un programma interamente online che consente ai farmacisti di creare autonomamente e senza alcuna necessità di avere competenze di grafica volantini, locandine, banner, post da condividere sui social e molto altro ancora. Sulla piattaforma è possibile scegliere tra oltre 500 templates quello che più si addice alle esigenze del farmacista.
In pochi minuti e con pochi clic, sarà possibile dare vita a grafiche nuove e accattivanti che comunichino in maniera incisiva ed efficace il messaggio.
È possibile provare la piattaforma utilizzando la modalità demo al seguente link: grazie ad essa, si avrà la possibilità di provare la piattaforma e scoprirne le potenzialità.
Per ulteriori informazioni e per fissare una videoconsulenza gratuita clicca qui.